Ginecologia

ginecologia

La ginecologia è la branca della medicina che si occupa di patologie legate all’apparato genitale femminile e alla riproduzione in tutte le fasi della vita della donna: pubertà, età fertile, menopausa e postmenopausa. Si occupa anche delle tecniche di fecondazione assistita.

DISTURBI DELL’APPARATO GENITALE FEMMINILE

Sono diversi i disturbi che possono interessare l’apparato genitale femminile e il suo delicato equilibrio, con ripercussioni sull’attività sessuale e sulla capacità riproduttiva, oltre che sullo stato di benessere generale della donna.

  • Malattie dell’utero: infezioni, prolasso, tumori benigni e maligni, endometriosi
  • Malattie delle ovaie: cisti, ovaio policistico, tumori; possono manifestarsi con riduzione o assenza dell’ovulazione, irregolarità mestruali, acne, irsutismo, sovrappeso, ipertensione
  • Disturbi del ciclo mestruale: anomalie di frequenza, quantità, durata. Se persistenti o intense è opportuna una indagine per individuarne le cause, che possono essere molto varie.
  • Disturbi dovuti alla menopausa: un cambiamento naturale che può essere accompagnato da problemi come vampate, sudorazione, depressione, irritabilità, secchezza delle mucose e della pelle, osteoporosi
  • Infezioni vaginali da batteri o funghi, accompagnate da prurito o bruciore, perdite, difficoltà nel rapporto sessuale
  • Tumori dei genitali e della mammella
  • Problemi di fertilità: la difficoltà a concepire può dipendere da entrambi i membri della coppia. Per quanto riguarda la donna, può dipendere principalmente da disfunzioni ormonali o disturbi delle ovaie, o da anomalie delle tube o dell’utero che impediscono il passaggio o l’annidamento dell’embrione. In ogni caso è necessaria un’analisi che coinvolge entrambi i membri della coppia per individuare le cause e valutare se ricorrere a tecniche di procreazione assistita.
pancia con margherita

LA VISITA GINECOLOGICA

La visita ginecologica non richiede nessuna particolare preparazione, e può essere utile eseguirla periodicamente anche in assenza di disturbi: in questo caso serve per assicurarsi che l’apparato genitale sia in salute e per la prevenzione.

Il medico si informerà sullo stato di salute generale della paziente, sui sintomi, su eventuali disturbi precedenti. Poi procederà all’esame visivo e tattile dei genitali esterni ed interni e all’esame del seno. Se necessario l’esame può essere completato da un’ecografia transvaginale.

TERAPIE

I disturbi dell’apparato genitale femminile si affrontano con vari mezzi, a seconda del tipo, della gravità, delle condizioni della paziente. Possono essere di tipo farmacologico, con l’impiego di farmaci di uso generale come antibiotici o diuretici, o specifici per l’azione sugli ormoni riproduttivi. Sono importanti le terapie chirurgiche, che possono interessare molte patologie diverse dell’utero, delle ovaie e delle tube e di altri organi pelvici.

Prenota