Riflessologia plantare

Riflessologia plantare

Che cos’è

La Riflessologia Plantare è una tecnica di massaggio applicato principalmente sui piedi, basata sul principio che su di essi si trovino riflessi tutti gli organi, le ghiandole e le parti del corpo. Applicando il massaggio riflessologico si può quindi avere un effetto o influire sull’organo corrispondente al riflesso stimolato.
La Riflessologia è una terapia olistica, basata quindi sul principio che ogni aspetto della vita dell’individuo influisca sul benessere e sulla salute della persona, ed opera con l’intento di riequilibrare l’intero organismo e stimolare le capacità di autoguarigione.

I principi

I piedi rispecchiano le condizioni dell’energia del nostro organismo, ed esaminando la zona riflessa si può immediatamente capire la condizione dei tessuti e valutare se le energie nelle corrispondenti zone del corpo sono bloccate. Attraverso una corretta manipolazione e stimolazione dei punti opportuni, si ottiene un miglioramento dello stato di salute generale.
Approssimativamente il 75% delle malattie di oggi sono da attribuire allo stress e alla tensione che colpiscono in modi diversi i vari sistemi del corpo. Per poter mantenere una condizione di equilibrio, è necessario che l’afflusso sanguigno e l’innervazione in ogni organo siano ottimali, e che ognuno di essi riceva le istruzioni di cui ha bisogno dalla più intricata di tutte le reti: il sistema nervoso che è l’impianto elettrico di quella casa che chiamiamo corpo.
Come ogni complesso impianto elettrico, un corto circuito può causare dei problemi, e questo può avvenire per la tensione che viene a premere su un plesso nervoso vitale o anche su una singola struttura nervosa che alimenta un organo vitale. Allentando la tensione, la pressione sui nervi e sui vasi viene a diminuire, migliorando così la circolazione del sangue e l’apporto di elementi nutritivi e ossigeno in tutte le parti del corpo. Le ghiandole e gli organi iperattivi possono essere aiutati a tornare alla normalità, e anche le ghiandole e gli organi che invece sono ipo-attivi ritorneranno ad una condizione di equilibrio.
Il massaggio riflesso dei piedi non si avvale di strumentazioni, di analisi computerizzate o di mezzi diagnostici sofisticati. Il nostro mezzo rivela solo le manifestazioni che la natura ci mette a disposizione, la conoscenza e l’esperienza maturata nella pratica giornaliera. La teoria non sostituisce la pratica, l’intuito, la costanza e la forte disposizione umana.

Come funziona

Tra le teorie che cercano di spiegare i meccanismi che governano l’efficacia della riflessologia se ne enumerano almeno sei principali:

  • Stimolazione nervosa, basata sulla reazione fra le terminazioni dei nervi presenti nelle zone riflesse e il punto in cui è presente il dolore. La pressione sulla zona riflessa avrebbe quindi il compito di inviare comunicazioni al cervello, stimolandolo ad intervenire sul problema riscontrato.
  • Liberazione di ormoni, fondata sulla scoperta del controllo del cervello sull’apparato endocrino. Secondo la teoria della riflessologia è sufficiente massaggiare le zone riflesse doloranti, per stimolare il cervello a liberare ormoni cerebrali, quali l’endorfina, con conseguente azione terapeutica.
  • Stimolazione del sistema linfatico, favorita dalla pressione di alcuni punti riflessi che attuerebbe l’accelerazione della circolazione linfatica con benefici su tutto l’organismo.
  • Stimolazione del sistema sanguigno, avente lo scopo di migliorare la circolazione e diminuire la presenza di scorie.
  • Potenziale elettrico, che si creerebbe tra varie parti del corpo. In base al modello della riflessologia, i punti riflessi sono paragonabili agli interruttori mentre gli organi svolgono la funzione di accumulatori, e quindi agendo sugli interruttori si riattiverebbe la circolazione elettrica.
  • Influenze psicologiche, spiegabili con la grande importanza che la mente riveste sull’origine dei disturbi fisici.

Tecniche aggiuntive

Nella riflessologia plantare possono essere integrate altre tecniche curative per potenziare gli effetti della terapia:

  • Utilizzo dei Fiori di Bach associati al disturbo in essere per facilitare attraverso l’uso topico della vibrazione portata dal fiore il ripristino della funzione organica in disequilibrio.
  • Utilizzo di olii essenziali certificati CPTG per stimolare o rilassare le zone riflesse individuate con l’obiettivo di ripristinare le funzioni organiche alterate.