Agopuntura

Agopuntura

CHE COS’È L’AGOPUNTURA

L’agopuntura è una branca della medicina tradizionale cinese che mira a ristabilire la salute e il benessere attraverso l’inserimento di aghi in specifici punti del corpo umano, per riequilibrare il normale flusso di energia interna che regola le funzioni del corpo.

UNA TECNICA ANTICHISSIMA

Le origini dell’agopuntura risalgono probabilmente alla preistoria, e questa tecnica è descritta per la prima volta in testi del III secolo a.C. Inizialmente fu praticata con aghi in pietra o osso, sostituiti da aghi di metallo dopo il II secolo d.C. Dalla Cina, questa tecnica si diffuse nei paesi circostanti, e in Europa se ne ebbe notizia per la prima volta nel XVII secolo. Dopo un periodo di declino, l’agopuntura fu riscoperta nella seconda metà del Novecento e si diffuse anche in occidente, ottenendo un notevole successo. Il valore di questa terapia è stato riconosciuto anche dall’UNESCO, che nel 2010 l’ha inclusa nel Patrimonio Culturale dell’Umanità. In Italia l’agopuntura è riconosciuta come una tecnica medica e può essere praticata soltanto da medici laureati, come stabilito da una sentenza della Corte di Cassazione del 1982.
Molti studi clinici condotti secondo i criteri della Evidence Based Medicine hanno dimostrato l’efficacia di questa tecnica in diverse condizioni, tra cui la cura del dolore, dei disturbi provocati da terapie contro i tumori, nausea e vomito in gravidanza, infertilità femminile, depressioni lievi e moderate, e altre.

VANTAGGI

L’agopuntura è praticamente priva di controindicazioni e generalmente ben tollerata. Non richiede l’assunzione di farmaci, e quindi si può utilizzare nelle situazioni in cui l’assunzione di farmaci è controindicata per i possibili effetti collaterali. Può accompagnarsi alle terapie convenzionali, o anche sostituirle quando si rivelano insufficienti. Può offrire un contributo efficace, sicuro, generalmente privo di effetti collaterali o di interazioni con le terapie convenzionali, contribuendo a migliorare la salute e la qualità della vita delle persone.

PRINCIPI

Secondo la medicina cinese, le funzioni corporee sono regolate da un’energia interna, il qi, che scorre lungo canali detti meridiani. Vi sono dodici meridiani principali (Jing Mai), che scorrono in direzione longitudinale, e sei meridiani trasversali (Luo Mai), che collegano tra loro quelli principali e distribuiscono capillarmente l’energia vitale in ogni parte del corpo. Quando il normale flusso del qi è alterato o interrotto, si verifica la malattia; il dolore è considerato una manifestazione di questa alterazione.
Su ogni meridiano esistono dei punti che sfociano sulla superficie cutanea, nei quali è possibile percepire l’energia e agire su di essa. L’agopuntura mira a correggere e ristabilire il normale flusso stimolando questi punti, di solito per mezzo dell’inserimento di sottili aghi metallici. Ciascun punto ha proprietà terapeutiche specifiche, e la scelta opportuna dei punti su cui operare permette di sviluppare un trattamento mirato ai particolari disturbi del soggetto.

COME AGISCE

Questi sono i meccanismi alla base dell’efficacia dell’agopuntura:

  1. Liberazione di endorfine e altri mediatori bioumorali in grado di attenuare la risposta istaminica agli allergeni
  2. Effetto sedativo, ansiolitico e decontratturante che genera una riduzione degli effetti dello stress e dell’ansia sulla patologia di base, che rinforza positivamente gli altri effetti terapeutici
  3. Secondo il dottrinale della Medicina Tradizionale Cinese, l’agopuntura è in grado di riequilibrare i movimenti energetici alterati, liberando le vie di scorrimento dell’energia e garantendone l’armonico fluire
  4. Alcuni punti sono in grado di riequilibrare i rapporti funzionali tra il sistema nervoso simpatico e parasimpatico con effetti benefici prolungati nel tempo
Agopuntura

L’antica tecnica cinese che riequilibra l’energia vitale.

L’agopuntura può dimostrarsi utile per il trattamento di numerosi disturbi:

  • terapia del dolore
  • disturbi respiratori: sinusite e rinite allergica, raffreddore da fieno, ipertrofia tonsillare, bronchite cronica, enfisema polmonare, asma bronchiale
  • disturbi cardiocircolatori: ipertensione cardiaca, ipotensione posturale, extrasistole, aritmia, postumi di infarto miocardico
  • disturbi gastrointestinali: spasmo dell’esofago e del cardias, singhiozzo, gastrite cronica, iperacidità gastrica, ulcera cronica del duodeno, stipsi cronica
  • Postumi di traumi
  • disturbi nervosi e muscolari: cefalea, emicrania, nevralgia del trigemino, nevralgie in genere, sindrome cervico-brachiale, epicondilite, sciatica, lombalgia, osteo-artrite
  • disturbi oculari: congiuntivite allergica, cataratta, glaucoma
  • disturbi otorinolaringoiatrici: vertigini, russamento, acufeni
  • disturbi della sfera urogenitale: ipertrofia prostatica, eccesso di frequenza della minzione, incontinenza, impotenza (funzionale e psicogena), dismenorrea, sindrome climaterica

La prima seduta di un ciclo di agopuntura può durare circa un’ora; le successive richiedono circa 30 minuti. Nella prima seduta il terapista esamina accuratamente il soggetto, gli pone domande sulla sua situazione fisica e psicologica, lo osserva per farsi un quadro chiaro del disturbo e per decidere come impostare il trattamento. La visita comprende anche l’esame della lingua e del polso radiale, che sono particolarmente importanti per comprendere lo stato del soggetto e mettere a punto il trattamento.
Il terapista individua i punti da trattare, che possono trovarsi sia lungo i meridiani principali sia lungo quelli trasversali. Di solito vengono utilizzati aghi bimetallici (acciaio-rame); gli aghi sono sterilizzati per garantire la massima igiene. L’inserimento avviene con una manovra rapida e generalmente indolore. Il soggetto può avvertire sensazioni di formicolio, pesantezza, scossa elettrica, e simili, che indicano l’azione sull’energia del meridiano provocata dall’inserzione dell’ago, che viene lasciato in posizione per un tempo variabile, da alcuni minuti a 20-30 minuti a seconda dello scopo terapeutico (tonificare o disperdere l’energia del punto).
Un ciclo completo di agopuntura prevede in media 5-6 sedute; il tempo necessario per l’effetto varia a seconda dell’età e della condizione fisica del soggetto. L’effetto antidolorifico e rilassante in genere si manifesta rapidamente.