Linfodrenaggio

massaggio alle spalle

Il linfodrenaggio è un tipo di massaggio che stimola la circolazione del fluido linfatico. Aiuta ad eliminare l’eccesso di liquidi nei tessuti, rilassare i muscoli, riattivare il sistema immunitario.

IL SISTEMA LINFATICO

Il sistema circolatorio linfatico è formato da una rete di capillari che si originano nella maggior parte dei tessuti, e confluiscono in vasi via via più grandi che infine sboccano nelle vene del collo. È diverso e separato dal sistema circolatorio che distribuisce il sangue in tutto il corpo.
La funzione del sistema linfatico è quella di raccogliere il “liquido interstiziale” che occupa gli spazi tra le cellule e reimmetterlo nel circolo sanguigno. Il liquido interstiziale deriva dal plasma sanguigno che filtra attraverso le pareti dei capillari sanguigni. La maggior parte del plasma viene riassorbita, ma quella che resta in loco deve essere asportata. A questo provvede il sistema linfatico.
Inoltre il sistema linfatico ha un ruolo importante nel sistema immunitario. Lungo i vasi si trovano i linfonodi, organi che hanno una funzione di filtro, e intercettano virus e antigeni che vengono aggrediti e distrutti.

sistema linfatico

Il LINFODRENAGGIO

Il linfodrenaggio è un particolare tipo di massaggio che che stimola e riattiva la circolazione del fluido linfatico. Viene utilizzato su zone del corpo in cui si verifica un ristagno e accumulo del fluido, per aiutare il riassorbimento del liquido in eccesso. Questa tecnica risale alla fine del XIX secolo, ma fu sviluppata e messa a punto dai medici danesi Emil e Estrid Vodder negli anni 30 del Novecento. Il metodo Vodder è ancora oggi uno dei più utilizzati.

COME SI SVOLGE

Il massaggio consiste nell’uso di manovre manuali lente e delicate che vengono eseguite sulle parti del corpo interessate. Il paziente assume una posizione comoda e rilassata. Il massaggio inizia dal collo, per aprire i “punti di scarico” del sistema linfatico, prosegue sulle zone del tronco in cui si trovano i linfonodi, e poi sugli arti, in modo da seguire la direzione del flusso linfatico. Il terapista applica una pressione moderata, in modo da evitare arrossamenti e reazioni dolorose. Non vengono usati oli o creme, che favorirebbero lo scivolamento delle mani, con la riduzione dell’efficacia del massaggio.

QUANTO DURA IL TRATTAMENTO

Una terapia efficace di solito richiede alcune sedute; la durata e il numero sono da stabilire caso per caso, a seconda dell’affezione da trattare e delle caratteristiche del soggetto. A volte può essere opportuna l’applicazione di fasce elastiche che si oppongono alla stagnazione e aiutano l’evacuazione del liquido in eccesso.

COSA FA E PER QUALI PROBLEMI È UTILE

Gli effetti del linfodrenaggio sono i seguenti:

  • favorisce il riassorbimento dei liquidi interstiziali e linfatici in eccesso
  • rilassa le fibre muscolari, generando una sensazione di calore e leggerezza
  • stimola il sistema immunitario, riattivando la funzionalità dei linfonodi.

Può essere utile per:

  • favorire il riassorbimento di edemi (accumulo anomalo di liquido in una certa zona del corpo, causati ad esempio da problemi circolatori o cardiaci, o da gravidanza)
  • favorire la nutrizione e la riparazione dei tessuti
  • favorire la cicatrizzazione di ulcere e piaghe da diabete
  • migliorare l’aspetto del corpo, riducendo gonfiori e inestetismi da cellulite
  • completare l’effetto di interventi di chirurgia estetica (liposuzione, liposcultura)